Europa

Eolie, 15 cose da sapere

Il tesoro delle Eolie. Quindici suggerimenti per cogliere il meglio ed evitare qualche delusione in queste fantastiche isole: dove andare, cosa fare, ritrovi, natura, consigli, tradizioni, gastronomia. Per godere appieno di un incanto della natura.

 

DA EVITARE

Quando si affitta una casa o si sceglie un albergo ricordare che le Eolie sono scoscese e la privacy, a volte, si accompagna a una lontananza dalla spiaggia che può obbligare a faticose risalite. O a servirsi sensa sosta dell’Apetaxi.

eolie10394482_502385426527577_1420018441637770052_nIsole ideali da visitare in barca. Se ci fossero porti capaci di soddisfare tutte le richieste. In alta stagione, soprattutto, dormire in rada è più di un rischio, una assoluta certezza.

L’ascesa sulla vetta di <Iddu>, come i siciliani chiamano il vulcano di Stromboli, è lunga e molto faticosa. Servono almeno sei ore, per chi ha un piede allenato, e sotto il sole non sono uno scherzo. Sfida da evitare, se non si è in ottima forma.

Chi si impressiona facilmente, o subisce suggestioni e leggende, eviti la spiaggia di Calcara a Panarea, cratere vulcanico con fumarole e resti di un antichissimo tempio dove venivano celebrati gli dei degli Inferi. Anche il bagno diventa inquietante.

 

DA NON PERDERE

Glamour selvaggio e mondanità: le Eolie di oggi sono rifugio ricercato, dove d’estate, per fare qualche nome, si ritrovano Carolina di Monaco, Lenny Kravitz, Michael Douglas con o senza Catherine Zeta Jones, Murdoch e Rania di Giordania. La Prestigiacomo è di casa, come Della Valle, la Melandri, Rutelli, Gianni Minoli.

Eolo ed Efesto vissero a Vulcano, fra la spiaggia nera e i vapori di zolfo. Oggi la vita da dei è al Therasia, camere con vista fino ai faraglioni di Lipari e idromassaggio sul terrazzino privato. Nel beauty center massaggi ayurvedici e tibetani, con pietre laviche e talassoterapia.

Il Raya di Panarea è l’unico due stelle al mondo – categoria auotoattribuita da Myriam, la proprietaria – che costa fino a 500 euro a notte per una camera e 800 per la suite. Grande charme e lista impraticabile per le prenotazioni.

eolie04Il pesce più buono e fresco del mondo è da King of Fish a Vulcano. Gamberoni di Mazara, tonno con pistacchi, delizie varie. La sera non servono pasta. Pazienza per il servizio, un po’ lento. Ma a Vulcano che fretta c’è?

A Salina le granite di Alfredo (gelsi, mandorle, fichi), caffè bar dove si viene anche per la suggestione del posto, la piazzetta di Lingua, la frazione con il piccolo lago salato. Ottimo anche il pane cunzato: capperi, melanzane, pomodorini e ricotta al forno.

Il relax pomeridiano sulla terrazza dell’Hippocampus, a Filicudi, o sui tavoli sistemati in strada, a pochi metri dall’acqua. Volendo, si cena: da non perdere gli gnocchetti di patate con fave e bottarga.

La Malvasia delle Lipari è vino dolce di cui si occupò già Diodoro, bevendolo e scrivendone. L’origine sembra perdersi intorno al 500 a.C, in piena colonizzazione greca.

I fuochi d’artificio naturali che a Stromboli sono frequenti e illuminano d’immenso il cratere. Serve un po’ di fortuna, ma lo spettacolo è indimenticabile. Stupirono anche Roberto Rossellini e Ingrid Bergman, che qui girarono <Stromboli, terra di Dio>: su una casa rossa, poco oltre la piazza, c’è la targa che ricorda il soggiorno dell’attrice. Nei pressi, c’è anche il bar Ingrid.

Shopping ricercato da Magma, a Stromboli, con creazioni in corallo ma anche libri e costumi. Curiosi anche gli ex-voto da A ‘Putia a Salina e i talismani de I gioielli del mare a Lipari.

 

EMOZIONI AL TRAMONTO

Un tuffo insieme al sole, per vivere l’emozione di un bagno nella Grotta del Cavallo, a Vulcano. E’ l’ora in cui la folla è già andata via e le acque turchesi giocano una straordinaria battaglia di colori con le rolipari-dal-castellocce rosse che le abbracciano.

 

BALLARE

Panarea d’estate diventa il salotto più vivace del Mediterraneo. Fino all’alba e oltre, si balla alla discoteca del Raya – ben lontana dalle camere – e quando il sole comincia a salire, la colazione si affaccia in tavola, sia al Raya che al Lisca Bianca, meeting point in stile arabosiciliano. Era quello che facevano Melanie Griffith e Antonio Banderas, all’inizio della loro passione. E che oggi fanno le coppie che si trovano e si smarriscono nella notte magica di Panarea.

Tags: , , , , , ,