Il video / POLINESIA

Tetiaroa, sull’isola di Marlon
il resort iperstellato The Brando

activities-3Tetiaroa è un incanto. Ci sono stato, ormai una ventina di anni fa, quando di bello c’era soltanto la natura e il resto, quel che rimaneva di alcuni bungalow, era abbandonato. Tristemente abbandonato. Qui Brando aveva vissuto una travolgente storia d’amore con Tarita, la figlia di un pescatore di Bora Bora di cui si era innamorato mentre girava <Gli ammutinati del Bounty>. Ora sull’isola c’è un resort di superlusso, <The Brando>. Tetiaroa è forse la più bella delle isole polinesiane, un posto straordinario. Non so come sia diventato oggi che ha conquistato le stelle dell’ospitalità. Ricordo com’era allora. Ed è davvero un ricordo di struggente bellezza. Non ho mai più visto un contesto naturale più travolgente ed emozionante: l’acqua non c’era, per quanto era trasparente, inesistente, si sentiva soltanto il liquido, la sabbia era polvere bianca, le palme rigogliose e di un verde sensuale per quanto era carnoso. Silenzio, solitudine, rare persone che avevano preso un piccolo aereo con noi, ero con Carla, che poi sarebbe diventata mia moglie. L’unico orrore era quella striscia di terra ricavata abbattendo un po’ di palme per ricavare una breve pista di atterraggio: era davvero brutto vedere dall’alto quello squarcio nella vegetazione. Ma era il prezzo da pagare per raggiungere l’isola in pochi minuti, a 60 chilometri da Papeete.

poli310464347_509943622438424_2422703344083098338_nFu una splendida giornata. Nel ristorantino dove mangiamo, una squallida stanzetta con tavoli in formica, cibo non proprio entusiasmante e prezzo fisso, comparve a un tratto una polinesiana. Nel suo volto si intravedeva ancora una bellezza smarrita, segnata da una tristezza di fondo. Ci dissero, e lo credemmo, che era Tarita, madre di due figli di Brando, Teihotu e Cheyenne, la bellissima Cheyenne. Che morirà suicida. Per qualche tempo aveva vissuto con la madre in Polinesia, ma la bellezza di quei panorami non era riuscita a placare i suoi tormenti. Ogni volta che andava a trovare il padre a Los Angeles tornava cupa, sofferente, disperata. Finchè si uccise.

Oggi apre The Brando, nel ricordo di un divo che non fu mai né buon padre né un buon compagno. Ora dicono che <il nuovo buen retiro di lusso di Tetiaroa sarà il fulcro del “mana” dell’isola: l’energia spirituale, dai valori magici e religiosi che, secondo la tradizione polinesiana, tutte le cose possiedono>. Vedremo. Ecocompatibile, The Brando, dicono <è un modello pionieristico di tecnologia sostenibile con aria condizionata generata dall’acqua di mare  e un sistema di energie rinnovabili>. Ricordo quella spiaggia, quel mare, quella solitudine. Auguri a chi ci andrà.

Tanto per saperlo, il costo  di una villa con una camera da letto è di 3 mila euro a notte, mentre la villa con due camere ne costa 6 mila e quella con 3 arriva a 9 mila. Qui sotto un breve e bellissimo video, per avere un’idea di questi magici posti.

Tags: , , , , , ,