Il Reportage

Yasawa e Champagne beach:  ultimo paradiso alle Fiji
Il Reportage

Yasawa e Champagne beach:
ultimo paradiso alle Fiji

La jeep si arrampica con affanno sulle colline di Yasawa e l’ultimo tornante è una scalata al tetto dell’arcipelago, a questa terrazza panoramica che la natura ha costruito per fermare il respiro a chi si affaccia sul mare. E’ bello da far paura questo mondo lontano dal mondo, una tavolozza […]

Bora Bora, Tahiti, Rangiroa  La Polinesia che fa innamorare
Il Reportage

Bora Bora, Tahiti, Rangiroa
La Polinesia che fa innamorare

Resiste. E lascia che la pelle del viso si tenda come i fili delle canne da pesca, lascia che le labbra diventino sottili e lunghe come il becco del pesce trombetta. Ma poi cede, la vecchia Tahina, settant’anni ricamati dal sole che le ha scolpito di rughe la fronte e […]

Teheran la ricordo così:  Khomeini shrine e rondini nere
Il Reportage

Teheran la ricordo così:
Khomeini shrine e rondini nere

La sorpresa arrivò subito, appena salito in aereo. Perchè se le coccole in alta quota non ci stupiscono più, abituati come siamo a menù da grand gourmet anche a diecimila metri da terra, la meraviglia esplode quando troviamo anche in volo qualcuno o qualcosa che si prenda cura della nostra […]

L’Australia di Alice Springs  e le “vie dei canti” di Chatwin
Il Reportage

L’Australia di Alice Springs
e le “vie dei canti” di Chatwin

Siamo a <Centralia>, perché Alice Springs è il centro dell’Australia, il cuore geografico dell’isola continente. Ed è l’idea stessa dell’avventura e della cultura aborigena. Stregò Bruche Chatwin, che qui ambientò il suo miglior libro, “Le vie dei Canti”. Per stare tranquilli, basta non esagerare.

Le mille luci di Saigon,  la notte dell’Apocalypse Now
Il Reportage

Le mille luci di Saigon,
la notte dell’Apocalypse Now

Si fa fatica a parlarle guardandola negli occhi, come insegna la buona educazione. La pupilla, in verità, andrebbe a frugare altrove, in questo metro e quasi ottanta di bellezza asiatica rispettosa dei canoni occidentali. Nè filiforme, né esagerata. Verrebbe da dire perfetta. O quasi. Di vietnamita ha il nome. E […]

Beirut, allegra e tranquilla:  la Dolce Vita è tornata
Il Reportage

Beirut, allegra e tranquilla:
la Dolce Vita è tornata

AISHA, IN AMACA SUL TAXI DEL PADRE Il taxi ha un passeggero in più: è la figlia dell’autista, 2 anni, accoccolata in una specie di amaca sospesa tra lo schienale dei sedili posteriori e lo sportello del portabagagli. <Anche mia moglie lavora e soldi per la baby sitter non ce […]

Singapore, il mondo trendy  Un viaggio dove è già futuro
Asia / Il Reportage

Singapore, il mondo trendy
Un viaggio dove è già futuro

E’ il mondo che forse noi europei non vedremo mai nel nostro vecchio continente. L’architettura capace di coniugare la sfida estetica con il rispetto per la natura, l’ambiente con la funzionalità. Tanto vale partire subito, allora, per fare un giro a Singapore e provare a vedere questo nostro pianeta come […]

La Kiev di Santa Sofia  e gli occhi di ghiaccio di Irina
Il Reportage

La Kiev di Santa Sofia
e gli occhi di ghiaccio di Irina

  Gli occhi sono una trappola di ghiaccio. Fissarla non è difficile, semmai è più complicato abbandonare quello sguardo. <Spendo quasi tutto quel che guadagno – dice Irina, 26 anni, commessa a Kiev, inglese perfetto, italiano così così – non mi nego nulla. Perché dovrei?>. Per il futuro. <Futuro? Me […]

Quel cielo stellato di teschi  a casa dello sciamano Dayak
Asia / Il Reportage

Quel cielo stellato di teschi
a casa dello sciamano Dayak

Il cielo è stellato di teschi nel territorio dello sciamano Unding. La tradizione di esser stati feroci è coltivata come una virtù antica e quelle teste tagliate sono esibite come un vanto spettrale a protezione di uomini e cose. Il Sarawak è ancora regno dei cacciatori di teste, ufficialmente disarmati […]

Francis, il mio amico cannibale:  “Beh, la carne umana……”
Il Reportage

Francis, il mio amico cannibale:
“Beh, la carne umana……”

  Francis è un buon cristiano. Da quasi cinquant’anni, quando ha deciso di convertirsi alla parola del Dio dei bianchi e riscattarsi dal suo peccato originale. Perché Francis è stato un buon cannibale: nel senso che seguiva correttamente la tradizione familiare e bolliva nel pentolone i corpi dei nemici prima […]